Case in legno in Italia, ecco quali requisiti bisogna rispettare

Case in legno in Italia, ecco quali requisiti bisogna rispettare

Negli ultimi anni la notorietà delle case in legno è cresciuta in maniera particolarmente importante anche nel nostro Paese, dove sempre più persone hanno scoperto il piacere di investire in queste strutture ecologiche.

Ma quali sono i requisiti che in Italia devono essere rispettati dalle case in legno? Che cosa prevede la legge in merito? Cerchiamo di chiarire alcuni comuni equivoci, condividere le principali riflessioni sul tema.

Case in legno, tutto dipende dall’ancoraggio

Al fine di rispondere alla domanda più comune (“quali requisiti devono avere le case in legno”?) dobbiamo prima di tutto comprendere quali siano gli obblighi edilizi che, a loro volta, dipenderanno dall’ancoraggio della struttura.

Se infatti la casa in legno, pur prefabbricata, è stabilmente ancorata al terreno, allora potrà essere equivalente a tutti gli effetti a un edificio in muratura. Ne deriva che anche la casa in legno ricadrà all’interno degli obblighi di edificabilità, con tutto ciò che ne consegue in merito alla richiesta del permesso di costruire. Evidentemente, i regolamenti comunali hanno un discreto margine di manovra, e proprio per questo motivo consigliamo – prima dell’acquisto del prefabbricato – di leggere attentamente tale materiale normativo.

Per quanto concerne l’edificabilità, rimane inteso che le case in legno potranno essere costruite su terreni edificabili, verificando naturalmente il piano regolatore e il piano particolareggiato del Comune. Bisogna invece valutare con maggiore attenzione se la casa in legno possa essere installata su terreni agricoli, nel caso in cui si voglia dare a tale struttura lo status di casa colonica.

Di contro, smentiamo il fatto che la casa in legno possa essere posizionata ovunque: se il terreno non è edificabile, nemmeno la casa in legno potrà consentire un simile sfruttamento.

Case in legno mobili

Un cenno separato deve essere attribuito alle c.d. case in legno mobili, ovvero ai prefabbricati che non sono ancorati al suolo.

Come descritto in precedenza, infatti, ogni costruzione edilizia deve essere accompagnata dal relativo permesso, affinché possa essere ancorata al suolo. Se invece la casa in legno non è ancorata al suolo, si apre uno scenario più complesso, che non potrà che richiedere l’attento esame dei regolamenti comunali, per accertare che sia libera da vincoli.